Le Leggende e i Poemi

Una raccolta www.storydrawer.org

Il Giorno più lungo [Ovvero di come la Vita reca alla Polvere]

Pubblicato da gael il 19 marzo 2008

Scarica come ePub

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading ... Loading …

Dipendentemente dal nostro stato di coscienza, possiamo affermare con assoluta certezza che il giorno più lungo secondo nostra memoria sia quello in cui il disfacimento del corpo cede posto alla magnificenza dello spirito libero. Quando diverremo la polvere che ancor’oggi ci compone, ritroveremo il vero significato della nostra vita, la pura essenza di ogni essere naturale. Assicurazioni di libertà, inutile a dirsi, la libertà è insita nell fine, la totale rastremanza di intenti, il proprio annichilimento esteriore. Atteniamoci alle regole dell’universo, atteniamoci alle nostre legislazioni, in sede di cielo e di mare dichiarate falsificabili alla vista del nostro cuore. Riteniamoci fortunati ad avere l’ascolto di invisibili spiriti, santi o demoni, a seconda della discendenza dell’animo. Cogliamo nella nostra natura perversa e malvagia migliaia di inutili trame sottili come seta, delicate come soffi di vento estatici. Lodiamo il nostro animo animale, scambiandolo per humus naturale, cose che tutti noi diverremo presto, nell’immediato futuro. La morte è un vecchio debito, prima o poi dovremo pagarlo tutti. E quando ciò avverrà, ci scoderemo dei nostri propositi, poiché più è il trapasso che non la fine ad atterrirci. Otteniamo risposte facili dai nostri occhi, ma il nostro cuore è più difficile interrogarlo e renderlo ambiguamente veritiero. Viviamo dunque finché le stelle non ci chiamino, e alle stelle torniamo nel momento esatto in cui esse ci richiameranno. La nostra vita è visione di un unico abisso, una sequela di immagini dure ed estenuanti, un baratro di libertà insita in noi, noi ci rispecchiamo in noi stessi, e libriamo la passione nel cuore dei più, assumendo parafrasi di intelligenza nel solo momento in cui possiamo renderci conto della nostra fragilità. Polvere alla polvere, stella alla stella, e polvere sia stella, poiché nell’universo immenso, due sono le regole. Tutto ciò che crediamo vivo, allora morirà, e tutto ciò che non crediamo vivente, allora un tempo visse, ed ora attende il ritorno, su stella, abisso, cuore o cielo…

2 Commenti a “Il Giorno più lungo [Ovvero di come la Vita reca alla Polvere]”

  1. andrea dice:

    Ciao,
    sai che pensavo? Hai presente Dune? Beh se non ce l’hai presente corri a leggerlo! Comunque, li’ ad ogni capitolo viene premessa una riflessione particolare di uno dei personaggi principali, raccolta da libri scritti da o su di loro molti anni dopo i fatti narrati nel capitolo. Serve un po’ da introduzione, e fa capire meglio la mentalita’ del personaggi.
    Io queste tue digressioni le vedrei molto bene in un contesto del genere, come “note a margine” nella storia di un personaggio (magari riesumando il caro vecchio Prescelto? ^_^).

  2. gael dice:

    Eh eh eh, conosco la Saga di Dune. In effetti, se rammenti, all’inizio di ogni capitolo del Prescelto, si trovava una frase importante e particolare, che inquadrasse ambientazione e tematica della narrazione…quindi chissà… :)

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>