Le Leggende e i Poemi

Una raccolta www.storydrawer.org

Giudicatamente errato [Ovvero come esprimersi senza fingere]

Pubblicato da gael il 18 aprile 2008

Scarica come ePub

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading …

Esprimersi al pari delle proprie possibilità comporta un notevolissimo rischio. Quello di sbagliarsi. In effetti riteniamo troppo spesso che la ragione coli dalle nostre bocche come un caldo elisir magnetico, ma nessun succo d’amore può essere paragonato alla menzogna che ogni giorno proferiamo. Innanzitutto dobbiamo essere coscienti di non sapere nemmeno descrivere noi stessi, e questo probabilmente è il nostro pregio più grande, dando la possibilità al mondo di scoprirci. Secondariamente, otteniamo più fama dall’anonimato che dalla conoscenza, e rendiamo misticamente reale la nostra parvenza illusoria. In fondo, la fama è un pregio che si osserva da lontano, tanto vale ottenerla anche in modo sussultorio dietro maschera e mantello. Quindi possiamo dare un errato giudizio alle nostre parole, quando tentiamo di illudere o conciliare? No, poiché esse derivano dal nostro cuore in ogni caso, e nessun uomo davvero oserebbe dire cose che davvero per lui risulterebbero vane o inopportune, solo la pura verità esce dalle nostre bocche. Al massimo con un pizzico di rigore intellettuale, e una puntina di fantasia teatrale…

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>